Nei dintorni

Pollino

Il Pollino è il Parco Nazionale più grande d'Italia, con la sua Serra Dolcedorme, la vetta alta 2267 metri, innevata per molti mesi dell'anno.

Ha una natura da vivere, oltre che visitare, dove giova abitare per una ricarica di energia e di salute.

La catena dei suoi monti, le cui propaggini vanno, ad est, verso il mar Jonio e, ad ovest, verso il Tirreno, racchiude, con le forme, le dimensioni e i ritmi di vita, uno spazio e un tempo infiniti. Il territorio del Parco Nazionale del Pollino è caratterizzato da una natura aspra e varia, montagne, boschi, torrenti, e da una flora e fauna unica.

L'esperienza emotiva offerta ai visitatori è notevole, ma lo è anche quando si scende a valle verso i centri storici e ci si immerge nei loro dedali di viuzze, dove tra botteghe artigiane e vecchie osterie, saperi e sapori di una volta, il tempo sembra essersi fermato.

Il territorio del Parco antropizzato conta comunità che tramandano usi e tradizioni popolari, lingue, canti, danze di antichissima tradizione, ed il territorio risulta modellato e curato con attività di coltivazione, semina, pascolo, allevamento, trasformazione dei prodotti vegetali, del latte, delle carni suine in prodotti locali tipici.

La produzione tipica dell'agroalimentare, costituisce senz'altro una peculiarità di questo territorio e quindi una ulteriore esperienza per i visitatori, attraverso la quale hanno la possibilità di condividere l'armonia uomo natura perfettamente rappresentata dai prodotti tipici del Pollino.

È la natura stessa insieme al ricco patrimonio di tradizioni culturali, che dona alle produzioni tipiche della zona un carattere autentico e genuino.

Oggi si possono individuare quattro filiere produttive:

• prodotti lattiero-caseari

• ortofrutta

• salumi

• prodotti da forno

Altre tipicità che in realtà coprono l'intero universo delle produzioni radicate nell'area: dal peperone di Senise alla melanzana rossa di Rotonda, dal pane di Cerchiara al miskiglio, dalla soppressata alla ricotta, dal miele alle marmellate, dai liquori a base di frutti spontanei al moscato di Saracena.